HOWTO: “import this” in Python

1 minute read

Più che howto, questa è una piccola curiosità sul Python, noto linguaggio di programmazione ad oggetti famoso per la sua semplicità e velocità di sviluppo. Ora se sai di cosa sto parlando puoi continuare a leggere, altrimenti ti consiglio di allontanarti da qui perché stai perdendo un sacco di tempo! :) Comunque sappi che mentre stai leggendo questo posto io starò volando via verso la Finlandia! (non è che sono un mago, ma ho semplicemente programmato la pubblicazione :)

Comunque se avvii la console del Python ed importi la “libreria this” digitando import this vedrai descritta tutta l’essenza del Python vista da Tim Peters, guru del Python:

The Zen of Python, by Tim Peters

Beautiful is better than ugly.
Explicit is better than implicit.
Simple is better than complex.
Complex is better than complicated.
Flat is better than nested.
Sparse is better than dense.
Readability counts.
Special cases aren't special enough to break the rules.
Although practicality beats purity.
Errors should never pass silently.
Unless explicitly silenced.
In the face of ambiguity, refuse the temptation to guess.
There should be one-- and preferably only one --obvious way to do it.
Although that way may not be obvious at first unless you're Dutch.
Now is better than never.
Although never is often better than *right* now.
If the implementation is hard to explain, it's a bad idea.
If the implementation is easy to explain, it may be a good idea.
Namespaces are one honking great idea -- let's do more of those!

Ora, tu che non conosci Python, cosa aspetti ad impararlo?!? :)


Tags:

Categories: ,

Updated:

Leave a Comment