Worm per iPhone?!? Ma vaff…

1 minute read

  • thoughts
  • iPhone Da quando sono venuto a conoscenza di questa notizia, volevo scrivere questo post per dire la mia. Se non sai di cosa sto parlando leggi qui e qui, oppure fai una ricerca su google. La cosa che mi da fastidio è che tutti si riempiono la bocca con frasi fatte, passando per esperti del campo, quando la maggior parte di quello che scrivono/dicono neanche sa cosa significa.

Dunque vediamo che il worm il programma per replicarsi deve avere delle condizioni ben favorevoli:

  1. l’iPhone deve essere jailbrekkato: per eseguire questa bisogna essere un po’ “esperti” e smanettoni e coscienti di quello che si sta facendo.
  2. l’iPhone deve avere installato il server OpenSSH: per eseguire questo passo, bisogna essere leggermente più smanettoni del livello precedente. Se installi openSSH, sai anche di cosa si tratta. OpenSSH ti permette di accedere alle macchine con un utente ed una password tramite connessioni criptate.
  3. l’iPhone deve essere connesso: deve essere raggiungibile da un’altra macchina o iPhone sia tramite wifi (nella stessa LAN) oppure tramite UMTS (solo se l’iPhone ha indirizzo IP pubblico).
  4. il padrone dell’iPhone deve essere tonto: l’iPhone ha la password di “root” settata di default ad “alpine”. Questa informazione è disponibile dall’uscita del primo jailbreak dell’iPhone 2G. Se hai un minimo di testa lo capisci da solo che il tuo iPhone e potenzialmente a rischio se non cambi le password.

IMHO si “catastrofizza” (esiste come parola?!) troppo la situazione. Era solo questione di tempo. Qualche anno fa quando ho saputo di questa cosa, la prima cosa che ho pensato fu: “Allora ora posso entrare dentro tutti gli iPhone JB”. Viene naturale pensare una cosa del genere, anche se dopo non la fai. Ora che il tizio ha scritto questa applicazione i nostri dati sono a rischio? Prima non li erano lo stesso? Bah….

Concludo che spesso il buonsenso può darti molto di più rispetto a qualsiasi altro strumento..


Categories: ,

Updated:

Leave a Comment